19.2.4

TiTOLO DELLA MISURA

Campagna di educazione alla buona e sana alimentazione della popolazione dell'area Leader con particolare riferimento a bambini e anziani

Misura 1 Trasferimento di conoscenze e azioni di informazione (art. 14) Sottomisura 1.2 – Sostegno ad attività dimostrative e azioni di informazione; Intervento – 1.2.1 Azioni di informazione e di dimostrazione – Azioni di informazione

L’Azione ha lo scopo di promuovere, soprattutto presso i bambini, i ragazzi e gli anziani, un comportamento di acquisto e consumo alimentare basato su principi di salubrità, di valorizzazione della tradizione di buona e sana alimentazione (dieta mediterranea) e di diffondere una maggiore consapevolezza circa le caratteristiche le origini e i valori nutrizionali dei prodotti al fine di agevolare comportamenti individuali e collettivi in grado di apprezzare in particolare le risorse produttive locali del territorio.

Tale Azione mette in evidenza le opportunità legate, nei territori rurali, ad una corretta informazione e promozione di prodotti, processi ed opportunità, cercando nuove vocazioni dell’impresa agricola e nuove fonti di reddito, ma anche e soprattutto stimolare un processo di rivalutazione culturale e di recupero della funzione sociale.

Tali campagne informative saranno indirizzate principalmente agli anziani con una bassa scolarità e ai più giovani, come qualificazione e investimento del capitale umano.

Sostenere la promozione e la commercializzazione delle produzioni locali

Azione ordinaria

Nell’ambito dell’azione si prevede la realizzazione di una campagna educativa verso la popolazione dell’area GAL con riferimento particolare a bambini, ragazzi e anziani, attraverso la quale realizzare:

workshop, seminari, eventi locali (compreso anche iniziative di street food), produzione di materiali audio video, trasmissioni televisive e/o radiofoniche dedicate sui media regionali, contenuti digitali per web e social media, cicli educativi integrati nei POF-PTOF ed eventi mirati rivolti ad aggregazioni sociali di anziani (circoli, università terza età, ecc.). Realizzazione sperimentale di “campi educativi per la sana alimentazione” (ovvero realizzazione estemporanea di spazi coltivati e da coltivare di carattere dimostrativo in azienda agricola.)

La campagna sarà selezionata tramite proposte giunte al GAL dopo procedure di evidenza pubblica. Potranno presentare una proposta di campagna le associazioni e imprese del terzo settore e operatori economici, e loro organizzazioni, con expertise dimostrate sui temi di cui alla presente azione, anche in raggruppamento.

Le proposte di campagna pervenute  al GAL, a seguito di procedura di evidenza pubblica, saranno analizzate e valutate, secondo una griglia qualitativa resa pubblica in sede di bando, da una commissione di esperti del mondo della comunicazione, della produzione agroalimentare, del sociale, dell’educazione e della sanità.

Associazioni e imprese del terzo settore e operatori economici, o loro organizzazioni, con expertise dimostrate sui temi di cui alla presente azione, anche in raggruppamento.

Destinatari: popolazione dell’area GAL.

Costi per attività di progettazione, coordinamento e realizzazione delle iniziative; costi per attività di docenza e di tutoraggio; costi per noleggio di attrezzature e acquisto di materiale didattico a supporto delle iniziative; costi per acquisto di materiale di consumo per esercitazioni e dimostrazioni; costi per affitto e noleggio di aule e strutture didattiche; costi per eventuali visite didattiche (noleggio di mezzi di trasporto collettivo).

Euro 75.000,00 – Il sostegno è pari all’100% delle spese ammesse sulla base dei costi sostenuti dai beneficiari.

Modalità attuative: a regia GAL

Spesa pubblica totale € 75.000,00

Investimento totale (spesa pubblica + spesa privata) 75.000,00

Regime di aiuto: Contributo in conto capitale

L’intervento risulta complementare all’Azione 19.2.1 “Diffusione dell’adozione di certificazioni aziendali e di marchi collettivi di area e/o filiera corta volontari (ad esclusione di quelli comunitari)” e Azione 19.2.3 “Promozione presso i consumatori della qualità, salubrità e autenticità dei prodotti agroalimentari e dell’artigianato del territorio GAL.”

Le Azioni sopra elencate conducono ad una corretta attività di informazione, promozione e disseminazione, anche con l’utilizzo di strumenti ITC, relativamente ad una buona e sana alimentazione attuata attraverso il consumo di prodotti locali di qualità, riscoprendo la capacità forte del mondo agricolo di esprimere legami di comunità andati perduti nel mondo urbano, intravedendo la possibilità per l’impresa agricola di erogare servizi relazionali e sociali anche a bambini e anziani.

L’azione risponde agli obiettivi delle Focus Area 3 in quanto rinsalda i legami tra il mondo agricolo, della trasformazione agroalimentare locale e dell’artigianato, con i mercati locali. Contribuisce direttamente alle Focus Area 4, attraverso il trasferimento di conoscenze ed attività dimostrative relative a pratiche che migliorano e mantengono gli ecosistemi e la biodiversità agricola e forestale e 6 promuovendo la consapevolezza fra i consumatori del contributo collettivo allo sviluppo rurale.

L’azione ha un impatto diretto sull’obiettivo trasversale dell’Innovazione e sull’Ambiente in quanto le attività di questa misura sono finalizzate principalmente proprio a queste due tematiche. La misura supporterà principalmente le attività di informazione e trasferimento di conoscenze attraverso diverse tipi di operazione eleggibili ed si prefigge lo scopo di integrare e far comunicare esperienze e mondi diversi, creando reti di operatori. L’obiettivo si focalizzerà su una informazione/formazione di welfare rurale dell’impresa agricola, facendo leva sull’organizzazione di servizi integrativi per la scuola, organizzazione di attività ricreative e di aggregazione per ragazzi, campagne promozionale mirate per gli anziani.

Indicatori di output
(voce, unità di misura e valore atteso di ciascun indicatore)

  • n. bambini e ragazzi coinvolti direttamente: 200
  • n. anziani coinvolti direttamente: 70
  • n. di aziende agricole e agroalimentari coinvolte: 15

Indicatori di risultato
(voce, unità di misura e valore atteso di ciascun indicatore)

  • n. scuole coinvolte: 30
  • n. aggregazioni sociali di anziani coinvolti: 5
  • n. campagne di educazione alla buona alimentazione: 1

L’azione contribuisce agli indicatori di target come individuati nel capitolo 4.2) del PSL

18 mesi (2018-2019)