19.2.15

TiTOLO DELLA MISURA

Sviluppo di azioni educative e di implementazione della resilienza nelle comunità locali e realizzazione di un progetto pilota PAESC

PAESC (piano di azione per l’energia sostenibile e il clima)

Sostegno per azioni congiunte per la mitigazione del cambiamento climatico e l’adattamento ad esso e sostegno per approcci comuni ai progetti e alle pratiche ambientali in corso. Int. 16.5.1 – Progetti collettivi di sviluppo territoriale

La Commissione Europea ha lanciato la nuova iniziativa: “THE NEW INTEGRATED COVENANT OF MAYORS FOR CLIMATE & ENERGY”. Essa stimola i nuovi firmatari del Patto ad assumere impegni per un nuovo modello di pianificazione strategica che estenda al 2030 gli impegni in relazione alle azioni di mitigazione dei cambiamenti climatici (riduzione di emissioni di CO2) dovendo altresì recepire la necessità di un impegno sul fronte dell’adattamento ai cambiamenti climatici.
Ai sottoscrittori spetta di produrre, entro due anni dall’adesione al nuovo Patto dei Sindaci, un Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC) dove si illustrano le azioni chiave che si intendono intraprendere sul fronte della mitigazione dei cambiamenti climatici e dell’adattamento ai rischi climatici.
Sono infatti necessari piani di azione implementati dai decisori politici (comuni) in maniera congiunta con tutti gli attori locali interessati per raggiungere la riduzione delle pressioni sull’ambiente e delle emissioni, la mitigazione dei cambiamenti climatici, e il miglioramento delle performance economiche e della qualità della vita nelle aree rurali.

  • Rafforzare la pianificazione energetica sostenibile e sperimentare la pianificazione d’ambito sull’adattamento al cambiamento climatico;
  • Migliorare la qualità ambientale del territorio e alle imprese.

Azione trasversale

L’azione, in via preliminare, prevede interventi per la sensibilizzazione e l’implementazione del principio di resilienza presso le comunità locali allo scopo di incrementare la consapevolezza attorno ai temi del rischio e per la pianificazione locale necessaria a contrastare o ridurre gli effetti del cambiamento climatico.
L’azione inoltre sosterrà la realizzazione (analisi, elaborazione tecnico scientifica e definizione delle strategie e politiche locali) di un PAESC in una fra due  aree pilota dell’area Leader (Matese e Asta del fiume Biferno). 
Il PAESC dovrà essere condiviso dagli enti pubblici locali partecipanti al raggruppamento beneficiario mediante atti coerenti finalizzati ad adottare strategie e politiche sul clima di portata locale e rientrare all’interno di un programma strategico d’area vasta sui temi del cambiamento climatico, gestione dei rischi naturali, prevenzione e gestione del dissesto  idrogeologico e sviluppo della resilienza presso le comunità coinvolte.

Comuni raggruppati o Unioni di Comuni.

Costi per la predisposizione di studi preliminari; costi di esercizio della cooperazione quali: personale dedicato alle attività di coordinamento e gestione del progetto e a quelle di verifica e monitoraggio; spese relative all’animazione, a riunioni ed incontri, affitto locali; costi di consulenze esterne qualificate per la realizzazione dell’intervento; spese per la diffusione dei risultati del progetto; spese di personale; spese di missione e trasferte; spese generali riconducibili alle attività di progetto quali: spese di cancelleria, spese di stampa, imballaggio e spedizione, spese postali, spese telefoniche. 

Importi e aliquote di sostegno: Euro 100.000,00 – Contributo in conto capitale nella misura del 100%

Modalità attuative: Gestione diretta GAL

Complementarietà con altre misure del PSL: L’intervento risulta complementare a tutte le azioni del PSL in quanto interseca trasversalmente la tematica dello sviluppo sostenibile, la salvaguardia ed il miglioramento delle condizioni dell’ambiente, l’utilizzazione accorta e razionale delle risorse naturali e la lotta ai cambiamenti climatici, emergenze e prerogative, queste considerate, in ogni azione del PSL e come sfondo e traguardo complessivo della SSL.

Spesa pubblica totale € 100.000,00

Investimento totale € (spesa pubblica + spesa privata) 100.000,00

Regime di aiuto: Per lo svolgimento del Progetto collettivo, l’intervento fornisce un sostegno sotto forma di sovvenzioni a rimborso delle spese ammissibili effettivamente sostenute e pagate, ad eccezione delle spese di funzionamento (costi di esercizio della cooperazione e spese generali) per le quali è prevista una somma forfettaria in percentuale del 15% della spesa ammessa per il personale. 

Contribuisce alla FA del PSR 1A e 1B in quanto l’azione stimola l’innovazione e la base di conoscenze nelle zone rurali, rinsalda i nessi tra agricoltura e silvicoltura, da un lato, e ricerca e innovazione, dall’altro. Contribuisce alla FA 5B, 5D, e 5E poiché l’azione  incentiva l’uso efficiente delle risorse e il passaggio a un’economia a basse emissioni di carbonio e resiliente e promuove azioni congiunte per la mitigazione dei cambiamenti climatici e l’adattamento ad esso .

L’azione concorre a tutti e tre gli obiettivi trasversali del PSR.
Grazie alla sensibilizzazione degli operatori ed alla realizzazione di un PAESC – Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima- con modalità partecipative e di area vasta, si prevederanno interventi finalizzati al risparmio e all’efficienza energetica e idrica, alla produzione di energia da fonti rinnovabili, a valutare le sfide dei cambiamenti climatici, e a individuare azioni coerenti e sostenibili, ed in linea con la necessità di innovare stili economici, di vita, sociali e comportamenti individuali e collettivi. L’obiettivo è andare oltre gli obiettivi stabiliti per il 2020 con una riduzione minima del 40% delle emissioni di CO2 e di gas climalteranti entro il 2030.

Indicatori di output
(voce, unità di misura e valore atteso di ciascun indicatore)

  • n. PAESC realizzati: 1
  • n. campagna di sensibilizzazione e divulgazione: 1

Indicatori di risultato
(voce, unità di misura e valore atteso di ciascun indicatore)

  •  n. aziende/istituzioni/operatori/cittadini coinvolti: 150
  • n. decisori politici coinvolti: 25
  • N. di iniziative ed eventi: 60

L’azione contribuisce agli indicatori di target come individuati nel capitolo 4.2) del PSL

18 mesi (2018-2019)