19.2.13

TiTOLO DELLA MISURA

Miglioramento delle competenze aziendali e strategiche delle imprese dell'ospitalità del territorio

Obiettivo dell’azione è definire le basi di una strategia di sviluppo turistico che scaturisca da una cooperazione e dal dialogo tra la popolazione e i diversi operatori locali interessati, unica soluzione per recuperare parte del gap che oggi contraddistingue l’area dal punto di vista turistico- ricettivo.

Allo scopo di migliorare la capacità delle imprese dell’ospitalità in materia di promozione dell’offerta, integrazione della stessa offerta in politiche comuni di tipo territoriale, valorizzazione del sistema attrattivo locale, si rende necessario intervenire sulle conoscenze e sulle competenze professionali degli operatori per migliorare la loro capacità in materia di analisi dell’offerta e di orientamento al mercato.
Solo attivando specifici percorsi ed attività formative, tutti gli operatori ed i soggetti rurali coinvolti potranno effettivamente valutare il potenziale turistico del proprio territorio tenendo conto dell’offerta, della domanda, della concorrenza e delle tendenze del mercato.
Gli operatori formati avranno a disposizione un’ampia scelta di metodi appropriati, per l’intero processo turistico e decidere quale utilizzare. 

  • Migliorare le competenze delle risorse umane delle  aziende
  • Ampliare e migliorare l’offerta di servizi
  • Migliorare la formazione e le informazione volte a creare reti comunitarie ed il marketing territoriale.

Azione ordinaria

Il GAL coordinerà un programma multifunzionale di formazione e trasferimento di competenze rivolto a tutti gli operatori dell’ospitalità del territorio Leader (imprese ricettive, B&B e ristoranti nonché strutture di turismo outdoor, soggetti del mondo no  profit gestori di attrattori culturali, naturalistici e di eventi appartenenti al patrimonio identitario locale e regionale). Il programma sarà basato su modalità formative di tipo interattivo e organizzato in momenti seminariali che saranno realizzati in modo diffuso sul territorio per facilitare la massima partecipazione e coinvolgimento degli operatori. I contenuti di tale programma, indicativamente sono i seguenti:

  • corsi per nuove guide e nuovi accompagnatori turistici (cultura e ambiente);
  • formazione mirata per tutor dell’ospite (ovvero persone che nei vari sistemi locali di accoglienza si prenderanno in carico l’ospite-visitatore);
  • corsi di cucina e gastronomia;
  • formazione base per l’utilizzo delle tecnologie web e per l’attivazione e partecipazione commerciale ai social media;
  • rafforzamento delle conoscenze sul patrimonio paesaggistico, culturale, identitario e produttivo locale allo scopo di facilitare l’informazione turistica direttamente in azienda;
  • trasferimento di tecniche relazionali nella gestione delle fasi di accoglienza e del processo di assistenza agli ospiti-visitatori.
  • Quali modalità di erogazione della formazione e informazione potranno essere utilizzati:
  • moduli: interventi mirati al raggiungimento di obiettivi concreti rivolte ad un target di utenti e di non oltre 16 ore;
  • corsi formativi: più moduli specifici mirati ad un obiettivo target (ambiente, managerialità, innovazione) di massimo 120 ore.
  • workshop: incontri di studio e approfondimento di temi specifici;
  • forum: incontri per trattare e dibattere particolari problematiche.

I beneficiari sono organismi pubblici e privati e soggetti individuali che hanno competenza nel trasferimento delle conoscenze ed in attività di informazione, selezionati attraverso procedure di evidenza pubblica. I Destinatari finali sono gli operatori rurali (imprese ricettive, B&B e ristoranti nonché strutture di turismo outdoor, soggetti del mondo no  profit gestori di attrattori culturali, naturalistici e di eventi appartenenti al patrimonio identitario locale e regionale, disoccupati di lunga durata e giovani propensi a realizzare il percorso di acquisizione delle autorizzazioni  di guida e accompagnatore turistico, dipendenti pubblici che direttamente o indirettamente svolgono funzioni di front line con gli ospiti  e visitatori del territorio).

Costi per attività di progettazione, coordinamento e realizzazione delle iniziative; costi di attività di docenza e di tutoraggio;costi per il noleggio di attrezzature e acquisto di materiale didattico a supporto delle iniziative; costi di acquisto di materiale di consumo per esercitazioni; costi per affitto e noleggio di aule e strutture didattiche; spese per eventuali visite didattiche (noleggio di mezzi di trasporto collettivo).

Importi e aliquote di sostegno: Euro 100.000,00 – Il sostegno è pari all’80% dei costi ammissibili.

Modalità attuative: Gestione diretta GAL

L’intervento risulta complementare all’Azione 19.2.10 “Sostegno alle imprese dell’ospitalità che intendono aumentare la performance qualitativa e organizzativa aziendale”. Tutte le azioni mirano ad attivare specifici interventi formativi, comunicativi e didattici  finalizzati ad accrescere le conoscenze e le competenze del sistema imprenditoriale turistico locale, con particolare riferimento al settore dell’accoglienza e a figure tecniche specifiche che accompagneranno il turista in un’esperienza personalizzata. 

Spesa pubblica totale € 80.000,00

Investimento totale € (spesa pubblica + spesa privata) 100.000,00

Regime di aiuto: Conto capitale

Risponde agli obiettivi delle FA 1A e 1B, attraverso il miglioramento della capacità imprenditoriale, di management e di introduzione delle innovazione; della FA 1C migliorando l’offerta di formazione per tutti gli operatori dell’economia rurale. Contribuisce direttamente alle FA della priorità 4 attraverso il trasferimento di conoscenze ed attività dimostrative relative a pratiche che migliorano e mantengono gli ecosistemi e la biodiversità agricola e forestale ed a quelle della priorità 2 ed in particolare alla FA 2B, accompagnando la formazione di nuovi imprenditori giovani, e la FA 2A, con attività informative e dimostrative per una riqualificazione del capitale umano delle imprese.

L’azione ha un impatto diretto sull’obiettivo trasversale dell’Innovazione e sull’Ambiente in quanto le attività sono finalizzate principalmente proprio a queste due tematiche.
L’azione della formazione ad operatori e soggetti attivi in attività turistiche  e ricettive è un intervento necessario, poiché risultano essenziali persone adeguatamente formate, intellettualmente  curiose, continuamente protese a migliorare  e migliorarsi. L’implementazione di specifici interventi consentirà la creazione di competenze innovative in grado di assicurare l’innalzamento costante delle performance,  aziendali e sociali, e quindi permettere degli avanzamenti positivi complessivi. 
Attivando specifici percorsi di formazione si intende frenare la riduzione del numero delle imprese sul territorio regionale e la contrazione del loro reddito migliorandone il livello di produttività per porre fine alla preoccupante situazione del tessuto imprenditoriale dell’area GAL con particolare riferimento al settore turistico e dei servizi ad esso collegati. 

Indicatori di output
(voce, unità di misura e valore atteso di ciascun indicatore)

  • n. partecipanti alle azioni di formazione/informazione: 80

  • n. attività formative/informative: 11

Indicatori di risultato
(voce, unità di misura e valore atteso di ciascun indicatore)

  • n. percorsi per guide/accompagnatori: 1

  • n. tutor dell’ospite formati: 8

L’azione contribuisce agli indicatori di target come individuati nel capitolo 4.2) del PSL

30 mesi (2017-2019)